Logoanunew100x100

Insonnia

notte fonda a contar sogni senza dormire, aspettando “il” domani

Nostalgia del futuro

Book Bindings 3176776 1920

Nostalgia del Futuro Ho nostalgia di quel che non sara’ per la troppa paura di ripetere un passato artefice di quel che sono. Ho nostalgia degli errori che non commettero’ per la paura di commetterli. E gia’ conosco quel rimpianto che mi attanagliera’ domani quando, accorgendomi dell’immobilismo bastardo, m’accorgero’ che, perdendomi nel ricordo non ho vissuto, lasciandomi ancora con quell’inusiale nostalgia del futuro

Dubbio

Book Bindings 3176776 1920

Ho perso giorni e notti aspettando sbocciasse un fiore, che mai vidi, perchè tenevo gli occhi chiusi ed ora che li ho aperti, non ne sento il profumo. Mentre scende la notte mi chiedo se domani mi sveglierò per viverlo, per sognarlo di nuovo o per dimenticarlo.

M’aggrappo ancora.

Book Bindings 3176776 1920

Non sarà mai, bianco o nero: veloce tu sei, nel cambiar parere, umore, sorriso, pianto. La morte lenta è per chi vuol morire, o lasciarsi andare; ancora una volta, oggi come ieri e domani, m’aggrappo alla vita.

Atto di coraggio

Book Bindings 3176776 1920

Ed era ancora li, a guardare quel foglio bianco. Ricordava quando da bambina fingeva di leggere tutto quello che si voleva sentire dire, poi crescendo iniziò a scrivere un diario, pensieri, poesia. Diario segreto, di cui tutti però avevano la chiave. Sogni e speranze s’alternavano in quel diario, pezzi di giornale, una vita che voleva vivere. Poi passarono gli anni e i sogni furono delusioni, le speranze s’infransero, quella bambina sognante e quella ragazza speranzosa divennero una donna senza più voglia di pensare ad un domani: marito, figli, lavoro, giornate da dover far passare tutte così identicamente diverse nel loro ripetersi, senza voglia di un futuro, senza ricerca di qualcosa di diverso, prigioniera di un ruolo che non voleva e da un finto perbenismo borghese, dove tutto era già stabilito per il quieto vivere. Tremava la mano che teneva quel foglio, cercando le parole giuste per esprimere  quello che aveva dentro: “Non fui, non sono e forse mai sarò.” Lasciò il foglio sul tavolo, usci’ di casa senza voltarsi indietro, arrivando fino al prato fece un salto, spiegò le ali e volò via.

Un attimo

Book Bindings 3176776 1920

Domani andrò a prendere le sigarette, non preoccuparti, starò via un attimo, il tempo di uscire dalla tua vita.

Non cercarmi

Sutterlin 4984882 1920

Non Cercarmi Non cercarmi per egoismo, non ho più tempo di scherzare. Troppe parole buttate a caso, hanno minato l’anima, mi ritrovo, a reclamare l’aria per respirare, mentre cieco, sordo e muto accarezzo l’anima ferita. Non cercarmi per riempire il tempo, preferisco restare solo a comporre la mia melodia, irrimediabilmente dissonante dalla tua. Non cercarmi per le tue voglie, ora che mi ritrovo a ricomporre un mosaico mai finito e crollato, mentre, a testa alta, cammino attendendo domani.